Anticorpi Bolognesi: il lockdown della gentilezza

Un libro per documentare la reazione della città di Bologna alla pandemia, alla solitudine, all’attesa. 

Nella Bologna chiusa per pandemia, dietro alle piazze vuote, sono emerse isole di solidarietà capaci di annullare una pericolosa fragilità. Incontri e scambi, iniziative di comunità, azioni solidali che gruppi organizzati e associazioni hanno portato avanti durante l’emergenza sanitaria bussando alle porte, intercettando e colmando vuoti. Di questo racconta il libro di Giulio Di Meo, un lungo reportage fotografico raccolto nelle 208 pagine del libro uscito a metà novembre (edito da Pendragon), e disponibile in tutte le librerie e negli store on-line.

Il 21 dicembre si è tenuta, on-line, la prima presentazione del libro con la partecipazione oltre all’autore, di Ilaria Depari (Staffette Alimentari Partigiane), Marco Pignatiello (Arci Bologna) e Roberto Morgantini (Cucine Popolari). Il libro si sta rivelando un piccolo successo con oltre 500 copie vendute, di queste una parte era stata prenotata con la campagna di crowdfunding ed ha contribuito a finanziare le due iniziative di solidarietà descritte nel libro stesso, Dont’ Panic – Organizziamoci! e Staffette alimentari partigiane. Mentre il 10 % delle copie vendute dal momento dell’uscita del libro andrà alle Cucine Popolari, la mensa che accoglie persone che beneficiano di pasti offerti dalle imprese del territorio.

Roberto Morgantini, fondatore delle Cucini Popolari, è stato un grande sostenitore dell’intero progetto ed è autore della prefazione al libro. Dalle sue parole:

“Immagini che delineano con delicatezza, senza eccessi, situazioni e sensazioni, istanti e spazi di una Bologna in pieno lockdown che, nonostante l’inimmaginabile vuoto creatosi nelle sue strade, ha saputo – sin dai primi giorni – rialzarsi e immaginare il futuro, perché questa città tra le tante bellezze e i numerosi meriti, ha il primato di saper guardare la luna e mai il dito. Bologna sa accogliere e trasformarsi, ricordare e non commiserarsi.”

Qui alcune delle immagini raccolte nel libro: la città, le azioni sociali, la riapertura.

Per ordinare una copia o ricevere ulteriori informazioni scrivere a: info@giuliodimeo.it o redazione@witnessjournal.com

Le testate e gli articoli che hanno parlato di Anticorpi e della campagna:

Anticorpi Racconti d’autore di Vittorio Ferorelli – Radio Emilia Romagna

La Bologna che si apre alla solidarietà (dal min. 18) di Luana Mazzi – TG3 Emilia Romagna

L’altra storia del lockdown di Federica Nannetti – Trc Bologna

Le relazioni che resistono al Lockdown di Noemi Adabbo – About Bologna

Bologna a braccia aperte: l’altra faccia del lockdown di Paola Naldi – Repubblica

Anticorpi bolognesi in tutte le librerie di Kristina Gulyayeva – Bandiera Gialla

Reportage sul lockdown: il ricavato alle mense popolari – Redattore Sociale

Le ‘belle’ storie del lockdown – Agenzia Dire

Anticorpi Bolognesi: l’altra faccia della pandemia di Luciana Travierso – Zero Magazine

Anticorpi Bolognesi: il reportage di Eugenio Tursi – Fotografia.it

Mutualismo dal basso durante la pandemia – Dinamo Press

Le storie di Anticorpi bolognesi – Noc Sensei

Bologna resta umana – Quarantine Dreams

Anticorpi Bolognesi – Pendragon

 

Corriere di Bologna – 17 novembre 2020
Repubblica Bologna – 19 novembre 2020