Incontri: REPORTAGE IN CORTILE

Reportage in cortile

Cinque incontri con fotogiornalisti durante la rassegna “Porta Pratello Summer Ground”

All’interno della rassegna “Porta Pratello Summer Ground”, una serie di incontri e proiezioni organizzati da Wj Bologna per parlare attraverso le immagini di alcuni fotografi, di tante realtà e tematiche sociali. Dal movimento brasiliano dei Sem Terra a quello Zapatista, dalla questione Saharawi a Cuba… e ancora, tante realtà italiane, dall’Aquila post terremoto all’accoglienza della Locride, passando per le piazze e le tante lotte di Bologna. Cinque serate di incontri e proiezioni curate da Giulio Di Meo con la partecipazione di alcuni dei fotografi coinvolti, intervistati da Sara Forni e Vittoria Sichi.

Luchando por la vida – Giovedì 17 giugno – Ore 21.00

Movimento Sem Terra 

Fotografie di Laura Bertazzoni, Sabrina Flocco, Marco Mastroianni, Aurelio Merlini

I Sem Terra sono gruppi di agricoltori e braccianti che hanno creato un’organizzazione finalizzata alla conquista dei diritti delle comunità rurali per una equa riforma agraria: lottano contro lo strapotere dei grandi proprietari terrieri, per garantire alla popolazione il diritto di vivere e coltivare quello che serve alla sopravvivenza delle comunità; occupano i terreni lasciati incolti dai latifondisti. Il MST ha segnato la storia del Brasile e si è esteso a macchia d’olio in quasi tutta l’America Latina. I reportage presentati raccolgono istantanee di vita quotidiana con immagini scattate da fotografi italiani e da militanti del Movimento Sem Terra.

Cuba, el campo y la ciudad

Fotografie di Andrea Chierici, Laura Bertazzoni, Laura Benini, Umberto Mortari, Peter Zullo

Non è scontato che il turista che sceglie Cuba come meta non decida di trascorrere tutto il suo tempo tra spiagge meravigliose e scenari costruiti per lui, preferendo un’esperienza di vita con le comunità. Le esperienze organizzate da ARCS in collaborazione con l’Associazione Hermanos Saìz sono percorsi alla ricerca della Cuba più genuina. Volti, espressioni e gesti, un susseguirsi di scene solo apparentemente diverse, accomunate dalle caratteristiche della dignità, del sorriso e dell’accoglienza. Calore, colori e contrasti innegabili e indimenticabili, ma sempre di grande umanità, rispetto e simpatia. Da portare sempre con sé.

Mujeres Zapatistas 

Fotografie di Ilaria De pari

Un reportage che documenta alcuni momenti di una carovana nei territori zapatisti in occasione del Segundo Encuentro de Mujeres que Luchan (27-29 dicembre 2019) e del 26° anniversario dal Levantamiento del ’94 (31 dicembre 2019 – 1 gennaio 2020). Protagoniste di questo lavoro sono indubbiamente le donne zapatiste che hanno dato vita a questi momenti; i loro occhi emergono dai bordi dei paliacate e dei passamontagna che tutt’oggi indossano in occasione di eventi ufficiali perché, come dichiarato anni fa, “para que nos vieran, nos tapamos el rostro”.

Colombia: Indipendencia Cafetera – Max Cavallari


Notte Africana – Giovedì 24 giugno – Ore 21.00

La questione Saharawi – Claudio Cantù, Giulio Di Meo, Livia Tassinari

Una storia a Gibuti – Vincenzo Stracca

Destinazione Madagascar – Daniele Stefanizzi

Rotte e accoglienza – Mercoledì 30 giugno – Ore 21.00

Rotta balcanica – Michele Lapini, Valerio Muscella, Nicola Zolin

La Locride accogliente – Andrea Chierici, Riccardo Geminiani, Nicoletta Incerti, Fabrizio Martelli, Rossana Messana, Laura Raite

Durante la serata sarà presentato anche il libro “U paese è mondo intero” (Prospero, 2020) di Nicola Zolin, un viaggio nella Locride tra accoglienza e utopia


Realtà italiane – Giovedì 08 luglio – Ore 21.00

Quatrani, L’Aquila – Danilo Di Meo

Amatrice un anno dopo – Max Cavallari

Accùra, Catania – Laura Misuraca


Bologna di lotta -Giovedì 15 luglio – Ore 21.00

Ginevra Abeti, Valeria Altavilla, Matteo Bergami, Cristiano Capuano, Max Cavallari, Danilo Di Meo, Vittorio Giannitelli, Michele Lapini, Rossana Messana, Vittoria Sichi.

Moderatrici: Sara Forni e Vittoria Sichi

Campagna “Plantar a solidariedade”

Durante le serate sarà possibile acquistare cartoline, foto, il libro “Sem Terra” o lasciare una donazione per la campagna “Plantar solidariedade”. Un’iniziativa promossa in collaborazione con Comitato Amig@s MST-Italia, Arci Bologna, Làbas, Porta Pratello, Witness Journal, Ya Basta Bologna per sostenere il Movimento Sem Terra (MST) e per aiutare le famiglie brasiliane più in difficoltà a causa della gravissima crisi economica e sanitaria che stanno vivendo.  Grazie alla campagna “Plantar Solidariedade, Colher Resistência!” (Piantare solidarietà, raccogliere resistenza) i contadini del MST hanno donato oltre 4.000 tonnellate di alimenti, 700.000 cestini per il pranzo e oltre 20.000 mascherine protettive, nel solo 2020.