Workshop: Taranto | Lug. 2021

300.00 

Un nuovo workshop di fotografia sociale sul quartiere Paolo VI, nella bellissima città di Taranto, organizzato in collaborazione con i fotografi Cosimo Calabrese e Maurizio Greco e il circolo fotografico “Il Castello”. Il corso ha l’obiettivo di guidare i partecipanti nello sviluppo di un progetto fotografico e si svilupperà in tre giorni, durante i quali si analizzeranno le fasi necessarie alla realizzazione di un reportage: l’idea, la pianificazione del progetto, il lavoro sul campo, l’editing e la presentazione finale del progetto.

Descrizione

Taranto: Il “Quartiere”

Workshop di fotografia sociale con Giulio Di Meo 

09-10-11 luglio 2021 

 

Presentazione: 1959. L’Italia vive il miracolo economico. Almeno mezza, quella a nord. Nell’altra metà, i miracoli bisogna chiederli alla vecchia maniera, andando a inginocchiarsi in qualche monumentale cattedrale barocca o normanna, nei centri urbani, oppure in qualche piccola chiesa rurale, spesso situata vicino alla masseria del padrone. 
A Taranto, nel 1959, si decide di strappare un pezzo di terra grande due volte la città per fare partecipare anche il Mezzogiorno a questo miracolo del boom economico. La deflagrazione si porta via tutto: le piccole chiese e pure le masserie, il lavoro di campagna con le sue storie e tradizioni, i legami sociali e i vecchi sfruttamenti sono rimpiazzati da promesse di progresso e uguaglianza.
In cinque anni l’orizzonte che si vedeva tornando in barca dal golfo di Taranto, dai terrazzi della città vecchia e dai campanili delle chiese è completamente mutato. Le ciminiere della nuova acciaieria si stagliano come totem del futuro: un avvenire libero dalla mezzadria e dai rapporti patronali o dai capricci di Nettuno. Il miracolo è compiuto. Per entrare a far parte del nuovo tempio non c’era neanche da inginocchiarsi per pregare, basta a volte solo un voto o una “chiamata”. Non tutti ci credono al miracolo, ma i fumi del progresso e gli interessi economici disperdono facilmente tutti i dubbi e le ciminiere sono un richiamo per uomini e donne non solo dalla città, ma anche da paesi e regioni vicine. 
Servono nuovi alloggi, moderni, razionali ed economici. 
Nel 1965 il progresso si prende un altro pezzo di terra, più vicino alla fabbrica che alla città. Qui si iniziano a costruire prima case e poi palazzi. 
La notte di Natale del 1968 Papa Paolo VI svela ai tarantini che altoforni, ciminiere e progresso sono anch’essi opera di Dio. Quelli delle nuove case, che sono sempre più e sempre più vicine al cielo, decidono quindi di dare il nome del rappresentante umano di Dio sulla terra: nasce il quartiere Paolo VI. Oggi, per molti, dopo che il miracolo economico ha svelato i suoi lati meno divini e più crudeli anche (e soprattutto) qui, questo posto è semplicemente “il quartiere”.

 Il nostro obiettivo, attraverso questo workshop, è quello di incoraggiare l’educazione visuale e sociale dei partecipanti, portandoli a conoscere e documentare realtà e territori, problematiche e punti di forza, promuovendo un’idea di reporter che non si limiti solamente ad informare ma che agisce concretamente e attivamente nelle realtà che documenta.

Programma e date del workshop: Il corso sarà diviso tra una lezione teorica, tre uscite fotografiche e due lezioni di editing, oltre allo sviluppo e alla realizzazione di un lavoro collettivo con le migliori foto dei partecipanti.

Venerdì 09 Luglio
11:00-13:00 Presentazione corso e lezione teorica sul reportage
13:00-14:00 Pranzo
14:00-18.00 Uscita fotografica nel quartiere Paolo VI
19:30-20:30 Cena
20:30-21:30 Prima sessione di critica e selezione delle fotografie scattate durante la giornata

Sabato 10 Luglio
09:00-13:00 Uscita fotografica nel quartiere Paolo VI
13:00-14:00 Pranzo
14:00-18:00 Seconda sessione di critica e selezione delle fotografie scattate durante la giornata

Domenica 11 Luglio
10:00-13:00 Uscita fotografica sul Circummarpiccolo
13:00-14:00 Pranzo
14:00-18:00 Editing finale e costruzione dei portfoli dei partecipanti
19:30-20:30 Cena
20:30-21:30 Serata aperta al pubblico sulla fotografia sociale e presentazione del risultato del workshop 

Per iscriversi al workshop o avere informazioni: info@giuliodimeo.it, calabresefotografia@gmail.com, mauriziogrecofotografie@gmail.com