12-03 wks pr

Tutti conoscono Parma come una città ricca e borghese.

“C’è la Parma lirica, c’è la Parma bene.

Ma da qualche parte c’è Parma Parallela, ed è proprio là che me ne andrò.

Parma Parallela, non ha curva, non ha sede, non ha posti in piedi, né posti a sedere”.

Sono alcuni versi dell’Antonio Benassi band, gruppo musicale molto conosciuto a Parma e dintorni.

Durante questo quinto corso nella città ducale, organizzato in collaborazione con l’associazione di video-documentazione sociale “Le Giraffe”, abbiamo cercato ancora una volta di andare alla scoperta dell’“altra” Parma, quella Parma parallela di cui poco si parla. Questa volta ci siamo concentrati sulle attività dei circoli ricreativi aderenti all’Arci, luoghi di importante riferimento culturale, oltre che di incontro, socialità e condivisione fra le persone.

Toscanini, Aquila Longhi, I Ragazzi di Via Imbriani, Zerbini…ci siamo addentrati in questo mondo, passando dalla musica al ballo, dal teatro alle bocciofile, fra tombole e partite a carte, gare di scacchi e biliardo, cercando di descrivere, attraverso le immagini, la quotidianità all’interno dei circoli, quel positivo confrontarsi e stare insieme.

Giulio Nori

Fotografie di: Mattia Brancolini, Silvia Fattori, Marco Gallinaro, Giulio Nori, Ambra Rotalinti, Gianluca Scibelli, Nadia Vassalli, Simone Zarotti.

Assistenti: Ruggero Manzotti, Matteo Mora

Workshop organizzato in collaborazione con Arci Parma e Le Giraffe, associazione di documentazione sociale.